La Divina Commediola - Giobbe Covatta

Date
  • 04 Nov 2016 dalle ore 21:00 alle ore 23:00
  • 05 Nov 2016 dalle ore 21:00 alle ore 23:00

 

Descrizione
LA DIVINA COMMEDIOLA
reading de l’Inferno tratto dalla Divina Commedia di Ciro Alighieri
con Giobbe Covatta
produzione Sosia & Pistoia
 
Tutti conosciamo, quantomeno per averla studiata a scuola, la Divina Commedia di Dante Alighieri. Pochi sanno, però, che il poeta fiorentino aveva nella sua linea genealogica anche un ramo campano, germogliato a Castellammare di Stabia. A gettare luce su questo misconosciuto retroscena della storia letteraria italiana, ci pensa lo scrittore ed attore Giobbe Covatta che, nella sua ultima fatica teatrale, presenta e porta in scena il personaggio di Ciro Alighieri, autore del manoscritto da cui lo spettacolo prende il titolo, "La Commediola".

A differenza dell'opera dantesca, giuntaci integra nelle sue tre cantiche, Inferno, Purgatorio e Paradiso, di quella ciresca è rimasta solo la prima parte. S’intraprende un viaggio al seguito di Virgilio, un bimbo africano che accompagna l’Alighieri alla scoperta del suo continente. Il piccolo Virgilio, infatti, ci accompagna tra i gironi dell’Inferno, un Inferno, quello tratteggiato dall'Alighieri partenopeo e raccontato e commentato da Covatta, popolato in maggior parte da bambini e che, a ben guardare, ha più di un punto di contatto con quella che è la nostra quotidianità e con le ripetute violazioni perpetrate nei confronti della Convenzione Internazionale sui diritti dell'Infanzia. Con il solo aiuto di una lavagna ed un leggio, Giobbe Covatta alterna al reading spassosi racconti di viaggio.

Il tono è quello a cui ci ha abituati: ironico, leggero, ma pungente. Questo è quindi uno spettacolo dedicato all’infanzia, ai diritti dei minori e ai deboli che non hanno voce. In sala si ride e si riflette, ci si interroga. Ed è proprio questa la chiave di successo dello spettacolo. Il comico napoletano si lascia andare ad esilaranti racconti: incontri con tribù, ‘convivenze’ con animali o bizzarre usanze tribali.